#

Dal Congresso Istituzionale al Corso di Formazione

12 Gennaio 2021 | Blog Storie

Con grande piacere e soddisfazione vi raccontiamo il nostro viaggio, da My Ego a Forma Spazi, dall’organizzazione istituzionale alla formazione in aula, in una nuova veste, ma con la stessa grinta e la determinazione del nostro inizio.

Un  passaggio ricco di significati

Cambiare approccio agli eventi ha rappresentato un passaggio ricco di significati: ogni processo e ogni pratica che abbiamo svolto in modo diverso ha creato e aggiunto valore. Ogni nuova acquisizione ha esaltato al massimo la nostra capacità di fornire assistenza totale ai clienti ma anche di migliorare il contesto organizzativo e, non ultimo, le nostre relazioni interne.

Forma Spazi: un nuovo spazio fisico ma anche mentale

Ad inaugurare questa diversa realtà un nuovo spazio fisico Forma Spazi appunto, ma anche un nuovo spazio mentale e soprattutto culturale. Dal congresso istituzionale al corso di formazione, innovazione e nuove sfide sì, ma dopo esserci confrontati ascoltando le nostre nuove esigenze. Come quella di attivare un monitoraggio attento su tutte le attività da svolgere e poter creare un nuovo prodotto invariato nei principi, ma correttamente evoluto e nuovamente strutturato, mantenendo e custodendo la prima esperienza, da cui tutto è nato, per progredire e crescere.

Ma cosa succede in realtà da un punto di vista pratico?

Ci siamo chieste quali siano stati gli elementi rimasti invariati e dove sono intervenute modifiche e conseguenti innovazioni. Sicuramente ci sono alcuni elementi che differiscono nelle due tipologie di evento. La periodicità non ravvicinata del congresso rispetto ad alcuni corsi di formazione caratterizzati da una frequenza maggiore; i partecipanti che, nel caso di diverse edizioni dello stesso corso, si ripetono diversamente dall’evento di tipo congressuale; la differenziazione degli argomenti e delle tipologie di corso che spesso provengono dallo stesso cliente. Inoltre, per un corso di formazione sono spesso necessari degli strumenti tecnologici che possano favorire l’interattività ed una maggiore partecipazione rispetto ad un congresso istituzionale che segue regole e scalette molto serrate.

Per questa ragione, passando a Forma Digitale, anche le nostre Aule Virtuali sono ricche di quelli che solo apparentemente potrebbero sembrare “accessori” ma che in realtà sono veri e propri mezzi per poter fruire al meglio dell’esperienza formativa.

Gli elementi di continuità

Tra gli aspetti che invece rimangono invariati rintracciamo proprio quello dell’istituzionalità. Un corso di formazione in molti casi è proposto da enti o società caratterizzate da una identità solida e seria. Questi aspetti devono essere rispettati in ogni aspetto dell’organizzazione. Il rapporto con i corsisti, nonostante sia maggiormente diretto, fa leva sì su un approccio comunque istituzionale ma è orientato anche a mostrare un’ampia disponibilità e collaborazione per garantire un’esperienza che sia la migliore possibile.

Qui entra in gioco la nostra competenza, ma anche la nostra pluriennale esperienza di collaborazioni su progetti di alto profilo, che hanno segnato la storia di Forma Spazi, così come quella di My Ego.

Tutto questo rende il nostro lavoro apparentemente più complesso nelle dinamiche, ma molto stimolante. Ci mette di fronte alla necessità di rimodulare spazi e tempi in modo veloce e continuo. Ci conduce a mettere in campo procedure standardizzate ma con possibilità diverse e modulazioni sempre nuove. A conferma, ancora una volta, di un’attività assolutamente poliedrica e di grande impatto professionale, ma anche e soprattutto personale.